Aggregatore Risorse

null Campagna vaccinale antinfluenzale e vaccini associabili Covid-19, anti-HPV, Herpes Zoster e anti pneumococco

Campagna vaccinale antinfluenzale e vaccini associabili Covid-19, anti-HPV, Herpes Zoster e anti pneumococco

26/09/2023 Campagna vaccinale 2023

COMUNICATO STAMPA del 26 settembre 2023


Campagna vaccinale antinfluenzale e vaccini associabili Covid-19, anti-HPV, Herpes Zoster e
anti pneumococco.

ll vaccino antinfluenzale è indicato per tutte le persone che desiderino evitare le complicanze della malattia influenzale e non abbiano specifiche controindicazioni. Tuttavia, in accordo con gli obiettivi della pianificazione sanitaria nazionale e con il perseguimento degli obiettivi specifici del programma di immunizzazione contro l'influenza, la vaccinazione viene fortemente RACCOMANDATA ed offerta attivamente e gratuitamente alle persone che, per le loro condizioni personali, corrono un maggior rischio di andare incontro a complicanze nel caso contraggano l'influenza. Sulla base delle indicazioni della Circolare Ministeriale n°0031738 del 06/07/2022 (confermata dal Ministero della Salute anche per la Campagna vaccinale 2023) ed alla luce dei precisi indirizzi del Governo regionale e della Direzione Generale Tutela della Salute Regione Campania

il vaccino antinfluenzale è fortemente RACCOMANDATO,
con offerta attiva e gratuita, per

Persone ad alto rischio di complicanze o ricoveri correlati all'influenza
• Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano in gravidanza e nel periodo “postpartum”.
• Soggetti dai 6 mesi ai 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di    complicanze da influenza:
a) malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia           broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva-BPCO)
b) malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite
c) diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con indice di massa corporea     BMI >30)
d) insufficienza renale/surrenale cronica
e) malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
f) tumori e in corso di trattamento chemioterapico
g) malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV
h) malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali
i) patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
j) patologie associate a un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari)
k) epatopatie croniche.
• Soggetti di età pari o superiore a 65 anni.
• Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye
in caso di infezione influenzale.
• Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti.
• Familiari e contatti (adulti e bambini) di soggetti ad alto rischio di complicanze (indipendentemente dal fatto che il soggetto a rischio sia stato o meno vaccinato).


Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori
• Medici e personale sanitario di assistenza in strutture che, attraverso le loro attività, sono in   grado di trasmettere l'influenza a chi è ad alto rischio di complicanze influenzali.
• Forze di polizia                                                                                                                            • Vigili del fuoco
• Altre categorie socialmente utili che potrebbero avvantaggiarsi della vaccinazione, per   motivi vincolati allo svolgimento della loro attività lavorativa; a tale riguardo, la vaccinazione   è  raccomandata ed è facoltà delle Regioni/PP.AA. definire i principi e le modalità dell’offerta   a  tali categorie.
• Infine, è pratica internazionalmente diffusa l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione   antinfluenzale da parte dei datori di lavoro ai lavoratori particolarmente esposti per attività   svolta e al fine di contenere ricadute negative sulla produttività.


Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani
• Allevatori
• Addetti all’attività di allevamento
• Addetti al trasporto di animali vivi
• Macellatori e vaccinatori
• Veterinari pubblici e libero-professionisti.


Altre categorie
• Donatori di sangue
• Bambini sani nella fascia di età 6 mesi - 6 anni (anche allo scopo di ridurre la circolazione del    virus influenzale fra gli adulti e gli anziani) *
• Soggetti nella fascia di età 60-64 anni**
• Esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti
• Anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza.
* i vaccini antinfluenzali non vanno somministrati nei piccoli di età inferiore a 6 mesi; la vaccinazione della mamma
e degli altri familiari, che ne hanno cura, è una possibile alternativa per proteggerli in maniera indiretta.
** anche per il 2023, vista l’attuale circolazione del virus SARS-CoV-2, al fine di ridurre la probabilità che l’eziologia della malattia sia il virus influenzale e quindi di facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d’età di maggiore rischio di malattia grave, la vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata e può essere offerta gratuitamente nella fascia d’età 60-64 anni.


Si evidenzia che:
- la vaccinazione antinfluenzale può essere effettuata nella stessa seduta della vaccinazione anti Covid-19;
- si consigliano anche le vaccinazioni:
   anti-HPV (Papilloma virus)

. i vaccini anti-HPV oggi utilizzati proteggono contro i 9 sierotipi di HPV più pericolosi e sono estremamente sicuri ed efficaci: possono prevenire oltre il 90% delle forme tumorali associate all’HPV e sono stati somministrati in sicurezza a milioni di ragazze e ragazzi in tutto il mondo;
. la vaccinazione contro il papilloma virus è raccomandata e gratuita per le ragazze e i ragazzi a partire dagli 11 anni di età, per le donne fino a 26 anni, per gli uomini fino a 18 anni inclusi, con mantenimento della gratuità per tutte le dosi del ciclo vaccinale, qualora non siano stati precedentemente vaccinati o non abbiano completato il ciclo vaccinale. In Regione Campania con Decreto del Commissario ad Acta n. 76 del 18/10/2019, la gratuità della vaccinazione anti-HPV è estesa a tutte le donne che sono state sottoposte a recenti trattamenti per lesioni HPV-correlate.
anti herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio)
. è una malattia dolorosa e in alcuni casi invalidante causata dallo stesso virus della varicella che solitamente colpisce nei primi anni di vita:
. la vaccinazione contro l’herpes zoster è offerta gratuitamente, ai soggetti dai 18 ai 49 anni, altamente fragili e con rischio elevato di herpes zoster o di complicanze ad esso associate; ai soggetti con età ≥50 anni con patologie croniche e a tutti i soggetti con età ≥65 anni.
anti pneumococco
. la vaccinazione anti-pneumococco con vaccino coniugato è un efficace strumento di prevenzione della polmonite e delle altre forme invasive di malattia pneumococcica e deve essere offerta prioritariamente alla coorte dei 65enni.
. l’offerta prevede la schedula sequenziale, con due dosi: una prima dose di vaccino coniugato (PCV) e una seconda di vaccino polisaccaridico (PPSV), facendo attenzione a non invertire l’ordine delle due vaccinazioni.
. la vaccinazione anti-pneumococco può essere offerta simultaneamente ad altre vaccinazioni, inclusa la vaccinazione anti-influenzale (che può rappresentare un'occasione opportuna per proporre il vaccino antipneumococco), ma può anche essere somministrata indipendentemente e in qualsiasi stagione dell'anno.
. il ciclo vaccinale anti-pneumococco, secondo le attuali indicazioni, deve essere effettuato una sola volta nella vita.

La vaccinazione antinfluenzale e le altre vaccinazioni sopra indicate possono essere praticate come di seguito:

 

vaccino antinfluenzale………..………..…….................. Medici di Medicina Generale
                                                                               Pediatri di Libera Scelta
                                                                               Farmacie di Comunità convenzionate
                                                                               Distretti Sanitari di Base
vaccino anti Covid-19..…………………..……..................Medici di Medicina Generale
                                                                               Pediatri di Libera Scelta
                                                                               Farmacie di Comunità convenzionate
                                                                               Distretti Sanitari di Base
anti HPV (Papilloma virus)………....……..................... Distretti Sanitari di Base
anti herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio).…......Medici di Medicina Generale
                                                                                Distretti Sanitari di Base
anti pneumococco..……………………………....................Medici di Medicina Generale
                                                                                Distretti Sanitari di Base
E’ opportuno praticare la vaccinazione antinfluenzale nel più breve tempo possibile, considerato che è prossima la stagione autunnale e che sono necessarie circa due settimane per sviluppare gli anticorpi.

Per ulteriori informazioni

https://www.salute.gov.it/portale/influenza/dettaglioContenutiInfluenza.jsp?lingua=italiano&id=686&area=influenza&menu=vuoto&tab=1