Salta al contenuto
aumenta  

U.O.C. P. S.DEA-Osservazione Medica- Medicina D'Urgenza

Responsabile: Enrico Ruggiero 

 

Coordinatore Infermieristico: Letizia Marciano

 

Dove siamo: piano terra

 

 

 

PERSONALE MEDICO

 

Dott. Enrico Giuseppe Ruggiero, direttore della UOC di Medicina di Urgenza e PS internistico

 

Dott.ssa Giovanna Guiotto, responsabile della USD di Osservazione Medica

 

- Dirigenti medici di I° livello tutti appartenenti alla UOC di Medicna di Urgenza

Marcella Santamaria, Lucia Morelli, Immacolata Caiazzo, Fabio Numis, Sossio Verde, Alfonso Martone, Pietro Ferrara, Cosma Casaburi,Gianpiero Foccillo

 

- dott.ssa Paola Ragucci, Specialista Ambulatoriale a tempo indeterminato

- dott. Francesco Longo, dirigente medico di I° livello, ambulatorio di ecocardiografia 

 

Dirigenti Medici di I° livello appartenenti alla UOC-IOTE -Integrazione Ospedale Territorio

A.Villani, M.Guarino, D. Di Bennardo, M.Bertone, B. Ruggiero, D. Caruso, L. Mazza, M. Carannante, E. Perlingieri, B. Paduano, G.Santangelo, R. Ragone.

 

- dott. Vincenzo Patricelli il dirigente medico di I° livello, affidato alla UOC-IOTE

 

 

La UOC Medicina di Urgenza e Pronto Soccorso medico del Presidio Ospedaliero San Paolo ASL NA1C ha un modello organizzativo che comprende:

1)    Pronto Soccorso con Triage

2)    Osservazione Medica con posti letto dedicati

3)    Medicina di Urgenza

4)    Progetto Di-Pro-Di e follow-up pazienti critici

 

Tale modello si avvale anche dell'indispensabile attività dei Dirigenti Medici del Servizio 118  formati a gestire in modo adeguato pazienti al proprio domicilio e durante il percorso di avvicinamento all'ospedale; gli stessi dirigenti medici sono anche integrati nei percorsi diagnostico-terapeutici intraospedalieri, provvedono al primo soccorso in emergenze territoriali e domiciliari stabilizzando il paziente critico poi trasferito nel presidio ospedaliero più adeguato o gestendo diagnosi e terapia presso lo stesso domicilio

 

 

                                

 

PRONTO SOCCORSO:

 

Il paziente viene accolto in TRIAGE e valutato da personale infermieristico addestrato; al paziente viene assegnato un codice di accesso attraverso l'anamnesi recente, la valutazione di parametri vitali e l'esecuzione di esami strumentali quale elettrocardiogramma ed emogasanalisi

Ogni codice prevede uno screening diagnostico seguito da intervento terapeutico secondo protocolli condivisi. Vene centrali, pace-maker transvenoso temporaneo, cardioversione elettrica, trombolisi, ventilazione meccanica non invasiva, toracentesi, paracentesi etc sono metodiche previste nel nostro PS/OM/MU e quotidianamente applicate.

In tal senso il Pronto Soccorso può essere inteso come sede di diagnosi e terapia, non come sede di "smistamento" del paziente osservato.

 

OSSERVAZIONE MEDICA:

 

vengono ricoverati i pazienti previsti dal protocollo concordato con la Direzione Aziendale (pazienti con dolore toracico di dubbio significato, vertigine, presincope, cefalea, trauma cranico minore, colica addominale resistente a terapia farmacologica, asma bronchiale, manifestazioni da allergia, aritmie sopraventricolari, ipertensione arteriosa resistente, intossicazioni).

 

I posti letto sono quattro e attrezzati per monitorizzare parametri vitali.

Si praticano cardioversioni elettriche, diagnostica cardiologica non invasiva, esami endoscopici (in accordo con il servizio di endoscopia digestiva), ECG da sforzo (in accordo con la Medicina Generale), emotrasfusioni non differibili.

Il tempo di degenza di tali pazienti è breve, non supera in genere le 36 ore.

 

 

MEDICINA di URGENZA:

 

svolge la propria attività in stretta continuità funzionale e organizzativa con SAUT, Pronto Soccorso, Osservazione Medica e Medicina Generale.

La Medicina d'Urgenza prevede:

 

1)      assistenza per 16 posti letto di degenza intensiva (ed assistenza a pazienti a volte degenti su letto-barellato). Al paziente critico viene garantito monitoraggio continuo dei parametri vitali, ventilazione meccanica non invasiva, tecniche di ossigenazione avanzata, metodiche diagnostiche semi-invasive e terapie intensive essenziali per la vita

2)      consulenze cardiologiche ed internistiche nelle UO di Chirurgia, di Urologia, di Rianimazione

3)      diagnostica cardio-vascolare (ecocardiogramma, ecocolordoppler TSA, ECG dinamico Holter) a pazienti osservati in PS o degenti in OM ma anche a pazienti ricoverati nelle UO di Chirurgia, Urologia, Rianimazione

4)      ambulatorio di Cardiologia e di Medicina Interna a pazienti esterni e per il follow-up di pazienti critici dimessi

 

Servizio di Dimissione Protetta Difficile: 

per il controllo a domicilio di pazienti "difficili" dimessi con patologie croniche altamente invalidanti o in fase terminale. Tale Servizio permette la dimissione di pazienti altrimenti destinati a lunghi periodi di degenza ed utilizza personale medico ed infermieristico della stessa UO di Medicina d'Urgenza.

 

In conseguenza del rilevante "filtro" effettuato in Pronto Soccorso, della tipologia dei pazienti e delle metodiche applicate, l'attività in Medicina di Urgenza è da considerarsi totalmente sub-intensiva, molto simile alle attività dei reparti di Terapia Intensiva

 

 

 

La UOC di Medicina di Urgenza e Pronto Soccorso è anche convenzionata con le scuole di specializzazione in Cardiologia, in Medicina Interna e in Medicina di Emergenza-Urgenza delle Università degli Studi medici di Napoli per l'addestramento degli iscritti.

 

 

aggiornato il 20-05-2016 



Contatore visite gratuito