Skip to Content
aumenta   diminuisci

Cardiologia Riabilitativa e Preventiva

..Testo..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RAZIONALE SCIENTIFICO

 

La cardiopatia ischemica rappresenta la prima causa di mortalità e morbilità. Anche se le moderne terapie (mediche e riperfusive) hanno ridotto la mortalità intra-ospedaliera, la mortalità post-ospedaliera è addirittura in aumento. Questo dato potrebbe anche dipendere dall'inadeguatezza e dalla scarsa applicazione di percorsi assistenziali dopo la dimissione. Tra i pazienti dimessi dopo una sindrome coronarica vi sono sottopopolazioni a prognosi differenziata. Per questo motivo un percorso in Cardiologia Riabilitativa ed un adeguato follow up modulato in base al rischio residuo del paziente, oltre ad essere di impatto prognostico porterebbe ad un utilizzo più appropriato delle risorse consentendo di fornire un maggior numero di prestazioni ai pazienti con più alto profilo di rischio. Lo scompenso cardiaco uno tra i più importanti predittori indipendenti di mortalità. La gestione clinica dei pazienti a etti da scompenso cardiaco o da patologie ad esso correlate quali la cardiopatia ischemica, il diabete, l'ipertensione arteriosa, rappresenta un problema rilevante e richiede un modello organizzativo integrato tra ospedale e territorio. Una gestione integrata che coinvolga varie figure professionali (cardiochirurghi, cardiologi ospedalieri e territoriali, internisti, geriatri, medici di medicina generale), ha come scopo principale quello di ribadire la centralità del paziente nel suo percorso assistenziale.

 

In allegato la brochure e la scheda di iscrizione

 

Pubblicato il 12-11-2019

Visualizza o Scarica Allegati:



Contatore visite gratuito